FORNI PER SINTERIZZAZIONE

//FORNI PER SINTERIZZAZIONE

I forni per sinterizzazione

La costruzione di particolari meccanici complessi è spesso eseguita mediante pressatura in stampi di polveri di ferro, precedentemente miscelate con altri componenti (grafite, rame, cromo nickel ecc.) con il quale entrano in lega a sinterizzazione ultimata.I componenti da sinterizzare.

  • Componenti da sinterizzare

Analogamente sono prodotti altri particolari quali boccole, bronzine, perle diamantate per il taglio di marmi, graniti, cemento armato, partendo da polveri di materiali metallici diversi.

  • Forni di sinterizzazione continui

I forni di sinterizzazione più utilizzati sono di tipo continuo in atmosfera controllata e prevedono, nella versione base, una precamera per l’eliminazione dei leganti, una zona ad alta temperatura e una zona di raffreddamento.

Con l’avvento di particolari polveri autotempranti è possibile avere un’unica linea continua che comprende anche altri elementi quali la zona di ripristino del carbonio, la zona di raffreddamento rapido in convezione forzata, la zona finale di rinvenimento.

  • Forni continui o a pozzo di ossidazione controllata

In alcuni casi è richiesta la completa impermeabilizzazione dei pezzi e ciò è ottenuto mediante trattamento di ossidazione a vapore in forni a pozzo o continui.

Richiedi maggiori informazioni

Forno per sinterizzazione.

2018-06-06T08:03:03+00:00